ESORDI DI TITINA MASELLI incontro alla GAM

Scritto da Silvana Lazzarino il 09 Ottobre 2019 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

"Non sei abbastanza tozza, per poter maneggiar la tavolozza”: gli esordi di Titina Maselli nel carteggio con Toti Scialoja nell’ambito dei “Percorsi e azioni d'arte, pensieri e vita di donne”  il 10 ottobre 2019 alla Galleria d’Arte Moderna di Via Crispi Roma.

Nell’ambito della mostra “DONNE CORPO E IMMAGINE TRA SIMBOLO E RIVOLUZIONE” a Roma alla Galleria d’Arte Moderna di Via Crispi che si sofferma sul cambiamento dell’identità e dell’immagine femminile restituito dall’arte tra fine Ottocento e contemporaneità, da non perdere  tra gli appuntamenti  riferiti a “Percorsi e azioni d'arte, pensieri e vita di donne” quello dedicato a Titina Maselli in programma il 10 ottobre 2019, dalle ore 17.00 alle 18.00.
L’incontro “Non sei abbastanza tozza, per poter maneggiar la tavolozza”: gli esordi di Titina Maselli nel carteggio con Toti Scialoja presso la sala espositiva 1°piano a cura della storica dell’arte Francesca Lombardi, in collaborazione con Fondazione Toti Scialoja,  è dedicato alla figura di Titina Maselli (1924-2005)  con particolare attenzione ai suoi anni giovanili segnati da un’intensa relazione con Toti Scialoja (1914-1998). Vengono percorsi  attraverso il carteggio scambiato tra Titina e Toti Scialoja gli anni cruciali della formazione di Titina Maselli fino alle sue prime affermazioni come pittrici. Conservato presso l'Archivio della Fondazione Toti Scialoja, le lettere, sono una preziosa e inedita testimonianza di un amore durato quasi un decennio tra due fra i maggiori artisti del nostro Novecento.

L’immagine della donna, filo conduttore della mostra “DONNE CORPO E IMMAGINE TRA SIMBOLO E RIVOLUZIONE” a cura di Arianna Angelelli, Federica Pirani, Gloria Raimondi, Daniela Vasta, aperta fino al 10 novembre 2019, prevede nella sua programmazione un ampio programma di eventi culturali e nuove opere di cinque tra le più importanti artiste di richiamo internazionale quali: Marina Abramović, Carla Accardi, Mirella Bentivoglio, Maria Lai e Titina Maselli), alle quali è stata dato spazio attraverso ciclo “Omaggi alle Artiste”.  L’esposizione delle loro opere ha permesso di soffermarsi sulle loro scelte  linguistiche e poetiche e sulle differenti modalità di intendere il proprio impegno nell'ambito artistico e pubblico.

Promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale,-Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali,  l’esposizione “Donne copro e immagine tra simbolo e rivoluzione” presenta cento opere tra dipinti, sculture, grafica, fotografia e video, di cui alcune mai esposte in precedenza o non esposte da lungo tempo, provenienti dalle collezioni di arte contemporanea capitoline. Un percorso che sottolinea come  l’universo femminile sia stato sempre oggetto prediletto dell’attenzione artistica: da oggetto da ammirare, in veste di angelo o di tentatrice, a soggetto misterioso che s’interroga sulla propria identità, fino alla nuova immagine nata dalla contestazione degli anni Sessanta.

Nella serie dei ritratti esposti al secondo piano spicca, tra gli altri, il volto di Elisa, la moglie di Giacomo Balla, ritratta mentre si volta per guardare qualcosa o qualcuno dietro di sé, in questo sguardo è tutta la forza espressiva del suo trasformare lo stupore in seduzione e curiosità. Alle dinamiche e le relazioni tra gli sviluppi dell’arte contemporanea, l’emancipazione femminile e le lotte femministe è dedicata l’ultima sezione con materiale documentario da ARCHIVIA–Archivi Biblioteche Centri Documentazione delle Donne - e testimonianze di performance e film d’artista di alcune protagoniste di quella stagione.
Silvana Lazzarino


NON SEI ABBASTANZA TOZZA, PER POTER MANEGGIAR LA TAVOLOZZA”:
GLI ESORDI DI TITINA MASELLI NEL CARTEGGIO CON TOTI SCIALOJA
Galleria d’Arte Moderna di Roma
Via Francesco Crispi, 24 - sala espositiva 1°piano
L’incontro è a cura di Francesca Lombardi (Storica dell’arte).
In collaborazione con Fondazione Toti Scialoja
Giovedì 10 ottobre 2019 dalle 17,00 alle 18.00
Informazioni e prenotazion iTel. 060608 (tutti i giorni 9.00-19.00)